Safe Bridges for Migrant Workers

A distanza di anni continuo ad amare questo mio progetto del 2008, vincitore del concorso per la realizzazione del logo per il progetto “Safe Bridges for migrant workers” indetto dallo IAL di Pordenone.

Questo logo è stato progettato con l’intento di fornire, già al primo sguardo, un’idea ben precisa del fine di questo progetto.
Tre omini stilizzati si prendono per mano e la loro silouette suggerisce la forma di un ponte: un collegamento ideale creato dall’interazione e dall’aiuto reciproco tra le persone.
I tre omini rappresentano gli stati nazionali coinvolti: Ucraina, Moldavia e Italia.

I colori delle teste (rosso, giallo e blu) rappresentano i colori delle bandiere degli stati nazionali (il rosso, giallo e blu sono i colori Moldavia, il giallo e il blu quelli dell’Ucraina, il blu quello della Comunità Europea nella quale questi lavoratori si apprestano ad entrare).
La stretta di mano è un gesto simbolico antichissimo: rappresenta un patto, un impegno preso verso il prossimo, nonché un segno di pace.
Un ponte di strette di mano, un patto per un futuro migliore e una speranza di amicizia tra popoli.

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

la NEWSgnente(r)

Iscriviti alla newsletter di Cose Brutte Impaginate Belle. Riceverai poche e-mail, ma buone.